I nostri forum: www.meetup.com/pratoinmovimento/ INCENERITORI: UN DANNO ECONOMICO ED AMBIENTALE SCEC: UN MODO PER AIUTARE L'ECONOMIA DI AZIENDE E FAMIGLIE

Incontro 29-11-11: STORIA DI UN GOLPE SILENZIOSO


STORIA DI UN GOLPE SILENZIOSO.

Incontro con Solange Manfredi
Martedì 29 novembre · 20.40 - 23.30
Circolo ARCI Spedalino - Via Don Milani, 27 - Agliana (PT)
C'era una volta la Sovranità Nazionale.
Il 1992 fu un anno di allarme e di segretezza. L'allora Ministro degli Interni Vincenzo Scotti, il 16 marzo, lanciò un allarme a tutti i prefetti, temendo una serie di attacchi contro la democrazia italiana. Gli attacchi previsti erano eventi come l'uccisione di politici o il rapimento del presidente della Repubblica. Gli attacchi ci furono - Falcone, Borsellino - ma non si trattò degli eventi previsti dal Ministro degli Interni. L'attacco alla democrazia fu assai più nascosto e destabilizzante.
Anni dopo, l'ex ministro Scotti confesserà a Cirino Pomicino: "Tutto nacque da una comunicazione riservata fattami dal capo della polizia Parisi che, sulla base di un lavoro di intelligence svolto dal Sisde e supportato da informazioni confidenziali, parlava di riunioni internazionali nelle quali sarebbero state decise azioni destabilizzanti sia con attentati mafiosi sia con indagini giudiziarie nei confronti dei leaders dei partiti di governo".
Una delle riunioni di cui parlava Scotti si svolse il 2 giugno del 1992, sul panfilo Britannia , in navigazione lungo le coste siciliane. A bordo c'erano alcuni appartenenti all'élite di potere anglo-americana, come i reali britannici e i grandi banchieri delle banche a cui si rivolgerà il governo italiano durante la fase delle privatizzazioni (Merrill Lynch, Goldman Sachs e Salomon Brothers).  In quella riunione si decise di acquistare le aziende italiane e la Banca d'Italia , e come far crollare il vecchio sistema politico per insediarne un altro, completamente manovrato dai nuovi padroni. A quella riunione parteciparono anche diversi italiani, come Mario Draghi, allora direttore delegato del ministero del Tesoro, il dirigente dell'Eni Beniamino Andreatta e il dirigente dell'Iri Riccardo Galli. Gli intrighi decisi sulla Britannia avrebbero permesso agli anglo-americani di mettere le mani sul 48% delle aziende italiane, fra le quali c'erano la Buitoni, la Locatelli, la Negroni, la Ferrarelle, la Perugina e la Galbani. La stampa martellava su "Mani pulite", facendo intendere che da quell'evento sarebbero derivati grandi cambiamenti e nel giugno 1992 si insediò il governo del prof Giuliano Amato, il quale, per iniziare le privatizzazioni, si affrettò a consultare il centro del potere finanziario internazionale: le tre grandi banche di Wall Street,   Merrill Lynch, Goldman Sachs e Salomon Brothers.

Appena salito al potere, Amato trasformò gli Enti statali in Società per Azioni, valendosi del decreto Legge 386/1991, in modo tale che l'élite finanziaria li potesse controllare, e in seguito rilevare. L'inizio fu concertato dal Fondo Monetario Internazionale, che, come aveva fatto in altri paesi, voleva privatizzare selvaggiamente e svalutare la nostra moneta, per agevolare il dominio economico-finanziario dell'élite... 

Quanto accaduto nel '92 è l'esempio di una delle fasi che ci hanno ridotto nelle attuali condizioni e che - con l'uso di eleborate tecniche di manipolazione dell'opinione pubblica - ci hanno condotto verso la perdita della Sovranità Monetaria prima e alla perdita della Sovranità Nazionale poi. Tutto ciò attraverso l'attuazione di due piani principali: l'adozione la moneta unica e la ratificazione del Trattato di Lisbona. Una moneta a Sovranità Privata la prima e una costituzione mai votata da nessun popolo la seconda. Entrambi i piani hanno privato gli stati (tranne Inghilterra e Germania) dell'esercizio della Sovranità Popolare che la Costituzione garantiva a ciascuno degli stati europei, Italia inclusa.
 
Questo ed altro gli argomenti che   Solange Manfredi , avvocato giurista, tratterà nell'incontro dal titolo   "Storia di un Golpe Silenzioso"   che si   terrà martedì 29 novembre   presso il circolo ARCI "Città Futura" a Spedalino (Agliana), dalle ore   20.40   in poi. Ingresso libero.

Alcuni approfondimenti sul processo di privatizzazione che ben conosciamo: ma che non tutti conoscono nei dettagli:

=> Ricerca sulla legge 386/1991


La privatizzazione dei servizi pubblici locali e delle industrie private in Italia

L'analisi della Corte dei Conti

Con un documento pubblicato il 10 febbraio 2010, ormai ultimata la stagione delle privatizzazioni che prese il via quasi 20 anni prima, la Corte dei Conti ha reso pubblico uno studio nel quale elabora la propria analisi sull'efficacia dei provvedimenti adottati. Il giudizio, che rimane neutrale, segnala sì un recupero di redditività da parte delle aziende passate sotto il controllo privato; un recupero che, tuttavia, non è dovuto alla ricerca di maggiore efficienza quanto piuttosto all'incremento delle tariffe di energia, autostrade, banche, etc ben al di sopra dei livelli di altri paesi europei. A questo aumento, inoltre, non avrebbe fatto seguito alcun progetto di investimento volto a migliorare i servizi offerti. Più secco è invece il giudizio sulle procedure di privatizzazione, che:
« evidenzia una serie di importanti criticità, che vanno dall'elevato livello dei costi sostenuti e dal loro incerto monitoraggio, alla scarsa trasparenza connaturata ad alcune delle procedure utilizzate in una serie di operazioni, dalla scarsa chiarezza del quadro della ripartizione delle responsabilità fra amministrazione, contractors ed organismi di consulenza al non sempre immediato impiego dei proventi nella riduzione del debito »

Trasformazione degli enti pubblici economici, dismissione delle partecipazioni
statali ed alienazione di beni patrimoniali suscettibili di gestione economica.
(Gazz. Uff., 6 dicembre 1991, n. 286)


Come è stata svenduta l'Italia | ALTRENEWS

Manuale di diritto amministrativo - Risultati da Google Libri

I beni demaniali dopo le riforme. Proprietà del bene e titolarità

_______________________________________________________________

ROMA 26 NOVEMBRE: MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER L' ACQUA PUBBLICA, I BENI COMUNI, LA DEMOCRAZIA

 COMITATO ACQUA BENE COMUNE PRATO

Partecipiamo alla manifestazione nazionale per l'acqua, i beni comuni e la democrazia (Roma, 26 Novembre)
Pullman da Prato, Piazza Falcone e Borsellino, ore 8,50
Prenotatevi entro il 24 Novembre al cell.  331 1284381


 IL 26 NOVEMBRE IN PIAZZA

MANIFESTAZIONE DI OBBEDIENZA CIVILE
PER IL RISPETTO DELL'ESITO REFERENDARIO,
PER UN'USCITA ALTERNATIVA DALLA CRISI
Ore 14.00 ROMA - Piazza della Repubblica


15 OTTOBRE 2011 - GIORNATA DI OPPOSIZIONE AI POTERI DELLE CASTE

IL 15 ottobre sarà una giornata di OPPOSIZIONE allo strapotere delle banche e delle caste europee e mondiali.
Il 15 ottobre ci sarà a Roma una grande manifestazione contro il debito che strozza l’Europa e il mondo intero. La parola d’ordine è “non paghiamo il debito”. Sarà una manifestazione europea. Ci faremo compagnia in tutti il continente. La mia proposta di parola d’ordine – che spero sia condivisa da tanti – è: “Non deciderete contro di noi”. Perché il 15 ottobre è una dichiarazione d’intenti per il futuro. Cominciamo e non smetteremo fino a che non avremo ottenuto quello che chiediamo. Se saremo in tanti e saremo decisi, potremo vincere.
Vogliamo sapere chi sono i nostri creditori. Vogliamo sapere come e perché questo debito è stato creato. Vogliamo dire che, se siamo indebitati, è perché ci hanno truffato e continuano a dirci, ogni giorno, che dobbiamo continuare a indebitarci.
Vogliamo dire alla Banca Centrale Europea che il nostro obiettivo è nazionalizzarla, in modo che non ci costringa a seguire le sue regole. La lettera (segreta) che Draghi e Trichet hanno scritto al governo è una vera e propria aggressione: alla nostra sovranità e alla nostra vita. La rimandiamo al mittente.

Deve essere chiaro che non accetteremo che altri denari siano regalati alle banche che sono già fallite. Se il mercato vale, allora devono fallire. Se non le lasciate fallire è perché il mercato non vale. Se il mercato non vale, non potete chiederci di pagare il debito.
La posta in gioco è il patto sociale con il quale l’Europa è stata creata. Noi non abbiamo altra via che difenderci da una aggressione: l’aggressione di un gruppo di banchieri irresponsabili che sono i veri padroni del pianeta (e dell’Europa). Noi difenderemo il nostro territorio
Quelli che la lettera della BCE la rinviano al mittente
Appello unitario per la mobilitazione del 15 ottobre

A tutto il popolo dell'acqua,
condividiamo con tutti/e la scelta di partecipare alla giornata di mobilitazione internazionale del 15 ottobre.
In quella giornata in molte parti del globo si manifesterà contro l'austerity  e le scelte economiche in questo periodo di crisi; una crisi che, sosteniamo da tempo, è anche politica e della democrazia. Per questo motivo scegliamo di portare in piazza le nostre esperienze e lotte. Perchè l'espressione di 27 milioni di cittadini e cittadine è messo a repentaglio dalle scelte di questo governo e dal silenzio dell'opposizione; perchè, con il referendum, abbiamo detto che i beni comuni vanno sottratti al mercato; perchè abbiamo affermato la supremazia delle nostre vite sopra gli interessi finanziari e i profitti delle aziende. Scegliamo di essere, dunque, a Roma nella parte di apertura del corteo con uno striscione che dice:
----------------
Segreteria Operativa Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
Via di S. Ambrogio n.4 - 00186 Roma
Tel. 06 6832638; Fax.06 68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00; Cell. 333 6876990
e-mail: segreteria@acquabenecomune.org
Sito web: www.acquabenecomune.org - www.referendumacqua.it



Partecipiamo alla manifestazione di sabato 15 Ottobre a Roma! DA Pistoia parte un pullman, ci sono ancora alcuni posti scrivere a: rosanna.crocini@gmail.com
per info e prenotazioni.

Agli attivisti del Comitato Acqua Bene Comune Prato
Il " Coordinamento 15 Ottobre" ha deciso di far aprire il corteo di sabato 15 Ottobre a Roma dallo striscione del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua.
Partecipiamo numerosi alla manifestazione a Roma, per ribadire che la volontà popolare espressa dal voto referendario è quella di ripubblicizzare i Beni Comuni scippati dai gestori privati, e non di continuare a svendere i beni di tutti i cittadini. Ora più che mai dobbiamo reagire all'attacco violento delle potenti lobbies dei gestori privati dei servizi essenziali, che sono passati pesantemente al contrattacco dopo lo sganassone rifilatogli dal referendum popolare.


Data: 07 ottobre 2011 17.35.56 GMT+02.00
A: hyperlink
Oggetto:
Partecipazione e apertura manifestazione nazionale 15 ottobre
Care/i,
in attesa del report del Coordinamento nazionale di Bari ci sembra urgente comunicare a tutt* che in quella riunione si è condivisa la partecipazione del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua alla giornata di mobilitazione internazionale del 15 Ottobre che in Italia prevede l'organizzazione di una manifestazione nazionale a Roma ( http://15ottobre.wordpress.com/ ).

Il 04 ottobre c'è stata un'ulteriore assemblea organizzativa del "Coordinamento 15 Ottobre", le realtà e reti presenti hanno convenuto di avanzare la proposta al Forum dei Movimenti per l'Acqua di aprire il corteo in quanto movimento che con la vittoria referendaria ha segnato uno dei punti più avanzati e significativi delle mobilitazioni di questo anno oltre ad essere realtà unificante rispetto a quanti parteciperanno alla manifestazione.
Tale proposta è stata riportata al Coordinamento nazionale del Forum che ha convenuto di rispondere affermativamente all'invito, con la consapevolezza che costruendo un nostro spezzone unitario, colorato, allegro e partecipato, ciò darebbe una grande visibilità al movimento per l'acqua e conseguentemente forza alle nostre rivendicazioni in merito al rispetto del voto referendario. Ciò non toglie che i nostri simboli, bandiere e colori potranno comunque attraversare tutto il corteo.
Ora bisogna essere all'altezza della situazione e dare vita ad un nostro spezzone ampio e partecipato di portatori d'acqua e di bandiera.
Un saluto.
--
Paolo Carsetti
Segreteria Operativa Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
Via di S. Ambrogio n.4 - 00186 Roma
Tel. 06 6832638; Fax.06 68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00; Cell. 333 6876990
e-mail: segreteria@acquabenecomune.org
Sito web: www.acquabenecomune.org - www.referendumacqua.it



 27 milioni di persone hanno deciso: si scrive acqua si legge democrazia.  Indietro non si torna! Appuntamento sabato 15 ottobre, ore 13, a piazza dei cinquecento di fronte a palazzo Massimo.
Qui la mappa.

debitogomma

Prato - INCONTRI SULLA PARTECIPAZIONE 12 -13 OTTOBRE 2011

Mercoledì 12 ottobre, ore 21:00 sede Circoscrizione Centro (via dell'Accademia) apertura del tavolo 'Igiene e ambiente in via pistoiese e zone limitrofe' alla presenza dell'Assessore Giorgio Silli
Il comitato promotore cerca di dare voce nei confronti dell' amministrazione a quanto i cittadini di questa zona stanno ormai da tempo stanno chiedendo.     Sito di riferimento: Tavolo macrolotto 0



La partecipazione al Piano Strutturale sta volgendo al termine ed entro novembre dovremo tirare delle conclusioni importanti. incontriamoci per studiare le prossime strategie e dibattere sulle future azioni GIOVEDI’ 13 OTTOBRE presso il salone della Partecipazione in Palazzo PACCHIANI alle ore 21,00 (passando da Piazza S. Marco, entrata da via S.Silvestro, vicolo fra il Panificio e le scuole Mazzoni). Organizziamo di un sistema di rete fra i cittadini di Prato sensibili alle tematiche partecipative. Richieste da formulare all'Amministrazione da inserire all'interno del PS: dalle tematiche sul verde, alla moratoria di "nuovo costruito", alla richiesta di norme che prevedano la nascita di un "osservatorio civico".
__________________________________________________________________________________

SABATO 1 OTTOBRE: Geoingegneria e modifica degli ecosistemi

Firenze Sabato 1 Ottobre alla sala Vanni ci sarà la seconda conferenza fiorentina del comitato stop scie firenze organizzata dall' associazione cielosufirenze


NO INCENERITORI IN PRATO? BELLA FORZA, CI PENSA MONTALE...

SCANDALOSO ACCORDO TRA ASM PRATO E INCENERITORE DI MONTALE

MENTRE L' INCENERITORE DI MONTALE COLLEZIONA RECORD DI EMISSIONE UNO DIETRO L' ALTRO, UN ULTERIORE SCANDALO SI AGGIUNGE A QUESTA SITUAZIONE GIA' MOLTO DEGRADATA: ASM PRATO SI ACCORDA CON IL CIS PER PORTARE I NOSTRI RIFIUTI TRASFORMATI IN CDR AL CANCROVALORIZZATORE DI MONTALE!

"Cenni inaugura la cancrovalorizzazione dei rifiuti" (in casa di altri)

Gestione rifiuti: Asm stringe un patto di alleanza con Cis per ottimizzare i servizi e lo smaltimento
_________________________________________________________________________________

Nosi (Cittadini ecologisti) boccia l'accordo Asm Cis: "I rifiuti di Prato bruceranno nell' inceneritore di Montale. Cenni ha ingannato i cittadini": “Con l’accordo Asm-Cis, Cenni inaugura definitivamente la stagione della cancrovalorizzazione dei rifiuti ‘alla pratese’, con buona pace di coloro che, durante il ballottaggio, avevano creduto nella improvvisa conversione dell’attuale sindaco alla politica dei Rifiuti Zero!” Così Lanfranco Nosi, ex esponente dei Verdi e coordinatore del neonato gruppo locale del movimento Cittadini Ecologisti, interviene sulle recenti notizie dell’accordo tra Asm e Cis per l’incenerimento del cdr nell’impianto di Montale“Certo che è facile promettere che non si realizzerà l’inceneritore a Prato, per poi bruciare il cosiddetto ‘combustibile da rifiuti’ in altri impianti” – ironizza Nosi –_______________________________________________________________________
NOI del Movimento5Stelle Prato avevamo già da tempo PREVISTO questa situazione: era facilmente prevedibile che con degli impianti sovradimensionati alle porte, Prato NON avrebbe avuto la necessità di costruirsi un impianto di cancrovalorizzazione in casa e il Sindaco Cenni ha promesso molto facilmente la NON costruzione di tali impianti sul territorio di sua competenza, tanto il CDR lo avrebbe portato A MONTALE, facili previsioni del resto, dato che questa amministrazione (come le altre) non ha mai iniziato a costruire seriamente un ciclo completo di riciclo dei RSU.
Dover dire "MAI IO L'AVEVO DETTO" è sempre brutto ma sopratutto in questo caso ci fa più male che mai perchè ne va della nostra salute. questa giunta che doveva essere di rinnovamento si sta dimostrando sempre più inetta e ricalcante le orme della vecchia DC, PDL e PD -L non si differenziano.
___________________________________________________________________
- Nosi riserva una stoccata anche ad alcuni protagonisti, in passato, di mobilitazioni sul tema dei rifiuti:“C’è chi – di fronte all’evidenza – non ha voluto vedere, c’è chi ha preferito stare in silenzio, o aspettare improbabili ripensamenti, invece che evidenziare subito le incongruenze tra quanto promesso e quanto si stava attuando. Chissà poi perché…”
____________________________________________________________________
Nosi ha ragione, forse allettati da facili promesse e dalla novità, molti hanno abbassato la guardia; ora è tempo di far sentire di nuovo la nostra voce,ci appelliamo quindi a tutte le associazioni e i comitati che in tutti questi anni con coerenza e senza cedere a facili promesse, hanno sempre sostenuto il sistema delle 3R (Riduco-Riciclo-Riuso) per promuovere insieme iniziative di protesta verso la politica e di corretta informazione/educazione verso la popolazione, anche perchè NON è giusto fare pesare sui cittadini di Montale e dintorni le scelte sbagliate di questa amministrazione Pratese e di chi l' ha sostenuta acriticamente.

IL 27-apr-2011 È STATO FIRMATO IL PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL COMUNE DI PRATO ED IL CENTRO DI RICICLO VEDELAGO PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO DI RICICLO A PRATO: che ne è di questo progetto? Che fine ha fatto o sta facendo? Se si prevede di riciclare il più possibile... se tra l' altro già esiste un impianto di riciclo plastiche e se i materiali più utili all' incenerimento (plastiche e cellulose) sono anche quelle meglio riciclabili e più facilmente differenziabili, sia con il sistema classico che con il porta-a-porta (e sono anche tra i materiali più raccolti) perché l' amministrazione non da un accelerata a tutti i sistemi di riciclo studiati e promessi invece di ricorrere all' incenerimento? Sono passati 2 anni da quell' incontro al Cristal (sede del comitato elettorale della lista dell' attuale Sindaco) nel quale alcuni esponenti del Movimento5Stelle spiegarono all' allora candidato sindaco al ballottaggio tutti i vantaggi di tali sistemi alternativi.... (sostenendolo anche elettoralmente): che in oltre 2 anni si sia ancora al palo e anzi che l' amministrazione stia invece puntando decisamente verso il ricorso all'incenerimento in casa d' altri è quantomeno indecente! Anche se abbastanza prevedibile...

C'è chi è ancora convinto che il sistema di Vedelago a Prato toglierà ai nostri amministratori la voglia di cancrovalorizzare... si magari il centro riciclo si farà anche (e lo speriamo anche se da oltre 2 anni non si vede ancora nulla, a parte sentire le solite solenni dichiarazioni di intenti) ma per il momento e per molto tempo ancora l' incenerimento (commissionato ad altri) rimane sempre un pilastro della ASM, certo usando gli inceneritori di altre province possono ben dire che NON faranno inceneritori in loco ma vallo a spiegare ai cittadini e i comitati di Montale che la nostra amministrazione sfrutta e alimenta il loro inceneritore.... senza contare che l' area di ricaduta degli inquinanti comprende anche parte di Prato; alla fine è anche peggio perchè dimostrano solo di essere degli ipocriti scaricabarile. FACILE FARSI BELLI CON I SACRIFCI DEGLI ALTRI.

Cosa hanno da dire i "responsabili" (specie quelli all' interno del nostro movimento) sostenitori di questa amministrazione che si sono sempre esprssi contro l' incenerimento e a favore delle alternative e delle 3R ? Perchè non si fanno sentire, non chiedono delle spiegazioni e fanno pressione? Almeno chiederle ai politici che sostengono... dato che loro NON ne sanno dare; forse non hanno ancora capito che se vogliamo dei risultati non basta spiegare e chiedere qualcosa in cambio di sostegni.... quando si arriva al dunque, se una parte NON rispetta gli impegni presi, bisogna cominciare a PRETENDERE il rispetto degli accordi.

Movimento5Stelle Prato-2
_______________________________________________________________

La ripresa di Prato parte dalla Green Economy?

Riportiamo un estratto del riassunto della puntata del

Secondo il presidente di ASM, Alessandro Canovai, il modo in cui si è in grado di trattare i rifiuti qualifica una comunità e nel codice genetico di questa città è insita la capacità di recuperare e rigenerare. Per questo ASM ha fatto della raccolta differenziata finalizzata al recupero il proprio cavallo di battaglia, adottando strategie  e attivando tecnologie, come ad esempio la messa a punto della possibilità di realizzare energia dai rifiuti che non si possono riciclare.
-- Noi ci chiediamo quale sia più nel dettaglio, secondo lui, la tipologia dei rifiuti NON riciclabili e in quale modo intenda l' ASM ricavarne energia anche se sospettiamo abbia intenzione di ricorrere all'incenerimento...
Osserviamo solo che le parti dei RSU che sono energeticamente sfruttabili tramite incenerimento sono solo materiali cellulosici (carta, cartone, legnosi) e le PLASTICHE... tutti materiali in qualche modo sempre riciclabili/RIusabili; per la restante parte trattasi di materiali bio-organici, per lo più umidi, energeticamente sfruttabili tramite la produzione di biogas-biogasolio e comunque trasformabili in compost: sarebbe quindi interessante che il Pres.di ASM dettagliasse meglio le sue ultime affermazioni sulla parte residua di RSU secondo lui da destinare al recupero energetico, fermo restando che siamo contrari a qualsiasi ipotesi di incenerimento specialmente di materiali che possono produrre diossine, furani e altri compsti tossici.
_______________________________________________________________

TUTTI I GIOVEDÌ DI LUGLIO: MoVimenti SOTTO LE STELLE

Percorsi di riflessione e dibattiti serali dalle 21:00 in poi

Mini conferenze all' aperto su argomenti scottanti vari
in Prato centro, piazzetta in Santa Maria in Castello (tra piazza Buonamici e P.zza San Francesco)
  • Signoraggio Bancario- Moneta Locale/Buoni sconto
  • Scie chimiche - Controllo delle masse - NWO
  • Perchè paghiamo tante tasse e i servizi vengono tagliati?
  • BENI COMUNI: acqua/servizio idrico, ambiente e territorio, perchè la politica preme così tanto perchè la loro gestione venga affidata a delle aziende private e il contollo tolto alla popolazione?
  • La verità sulla linea TAV e gli scontri in Val di Susa
  • NO-Inceneritori si Riuso-Riciclo-Riduco: chi ci guadagna con l' incenerimento? Quali alternative esistono?
  • Immigrazione: problema o risorsa? Razzismo, Intolleranze e comportamenti incivili: possono e vogliono gli immigrati contribuire al bene comune? Chi ci guadagna dalla diffusione dell' odio e delle diffidenza?
  • Perchè la nostra Democrazia funziona così male? Perchè siamo esclusi dai processi decisionali? È tutta e sola colpa dei politici oppure anche noi cittadini abbiamo la nostra parte di responsabilità? Come è possibile rimediare? Percorsi di partecipazione cittadina.
  • Disabilità e pari opportunità.... siamo in un NULLA DI FATTO? Perchè ancora tante discriminazioni?
  •       Perchè il cittadino è costantemente sottoposto ad angherie da parte del fisco mentre i furbi prosperano?  Perché i funzionari dello stato (fisco, riscossione tributi, giustizia ecc.) commettono troppe vessazioni e non rispondono mai dei oro errori ? CHI ha creato questo meccanismo con regole sbagliate? Perchè quando rionosciuto l' errore NOn scatta l' indennizzo immediato? PAGARE LE TASSE SI (se servono a contribuire al Bene Comune) MA NON L' USURA DI STATO a favore di alcuni disonesti
Questi ed altri argomenti verranno affrontati (non necessariamente in questo ordine) anche invitando relatori esperti e semplici cittadini con esperienze in questi argomenti: parleremo di questo e di altro ogni Giovedì a partire da Giov. 14/07/2011 dalle 21:00 in poi. Ci sarà un microfono aperto anche agli interventi e le riflessioni di qualsiasi cittadino che vorrà intervenire ed esporre la propria idea, esperienza.   Questa sera Parleremo di: AcquaBeneComune, Banche, Sigoraggio&Usura legalizzata, Buoni/Monete Locali ed Economia Locale -  Introduzione al tema delle scie chimiche nei cieli....
_______________________________________________________________

29-06-2011PRESENTAZIONE DEL PROCESSO PARTECIPATIVO CITTADINO A PRATO



Riscontrate dei problemi nella città in cui vivete? Pensate che la città, il suo ambiente, la sua economia, l' urbanistica, la viabilità, la sua vivibilità ecc. possano migliorare? Avete delle idee per risolvere i problemi che riscontrate o semplicemente avete delle idee da sviluppare per migliorare il luogo in cui vivete? Oltre alle idee ci vuole *metodo*: Dalla protesta e la lamentela alla proposta, dal malcontento alla riflessione critica, dall' idea alla  progettuailità concreta attraverso i *tavoli partecipativi*:
Non esistono strumenti perfetti e risolutivi per ogni problema ma questo è uno strumento in più (anora da sprimentare e perfezionare con il contributo di tutti) che si affianca a quelli tradizionali dei comitati cittadini

MERCOLEDÌ 29 Giugno alle ore 21:00 nel salone di Palazzo Pacchiani ex scuola Marconi,
si terrà un incontro sul tema:

LA PARTECIPAZIONE A PRATO: COME CREARE UNA RETE DI CITTADINI CHE COLLABORANO TRA LORO

Sei invitato a partecipare e ad estendere l’invito a tutte le realtà operanti sul territorio.

L' invito comprende anche ogni cittadino di origine straniera, ogni immigrato che sia interessato alle idee di questa proposta
.

LA RESPONSABILITA' E' DI TUTTI
La democrazia partecipativa necessita del contributo delle idee e dell' impegno di tutti.



logo prato partecipaPERCORSI DI PARTECIPAZIONE

Introduzione al processo
partecipativo cittadino

INCONTRO PUBBLICO



MERCOLEDÌ 29 GIUGNO ORE 21

Palazzo Pacchiani - Urban Center
Via Mazzini 65 Prato
                           

ASSEMBLEA CITTADINA PER LA PRESENTAZIONE
DEL REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE
DEL COMUNE DI PRATO


I cittadini interessati sono invitati a partecipare

Assemblea costituente PratoPartecipa
Assessore alla partecipazione Giorgio Silli 
________________________________________________________

Ven. 17/06/2011 Apertura Forum Cittadino sul verde pubblico di Prato

ASSEMBLEA PRATO PARTECIPA

APERTURA PROCESSO PARTECIPATIVO

PRIMO INCONTRO PUBBLICO: VENERDÌ 17 GIUGNO ORE 21 - Spazi di Urban Center - Palazzo Pacchiani Via Mazzini, 65 Prato


                            

LE AREE VERDI CONSIDERATE
NEL NUOVO PIANO STRUTTURALE

I cittadini interessati sono invitati a partecipare
Assessore alla Partecipazione
Giorgio Silli


Un appello per un forum sul verde nel Piano Strutturale

Siamo quindi giunti ai blocchi di partenza del primo Forum, fra quelli che potranno essere attivati col nuovo Regolamento per la partecipazione.

Il tema è
il verde nel nuovo Piano Strutturale. Il Piano Strutturale di un comune non è altro che il vecchio Piano Regolatore. Si stabiliranno gli indirizzi importanti per il futuro della nostra Città. Si definiranno i modi di usare il nostro territorio: come modificare eventualmente il patrimonio edilizio esistente e come aumentare il medesimo e quindi in sostanza come consumare aree verdi per realizzare nuovi edifici. Parlare del verde nel piano strutturale vuol dire obbligatoriamente parlare di sviluppo edilizio.
Da qualsiasi parte si voglia iniziare , non possiamo fare a meno di muoverci in una stretta correlazione fra le aree verdi attualmente disponibili e gli edifici vecchi e nuovi che vi stanno (o vi staranno) in mezzo. Il parco di Galceti, del Monteferrato, le aree adagiate alle pendici della Calvana, lungo la valle del Bisenzio, le Frazioni della Querce e di tutte le altre della Piana passando per Paperino ed arrivare alle Cascine di Tavola solo per chiudere un ideale cerchio… non certo per averle elencate tutte; e che dire delle aree verdi urbane come Piazza Mercatale, l’Ippodrtomo o la Declassata (per parlare di quelle esistenti) o di quelle che potrebbero nascere per esempio nell’area del vecchio Ospedale o in un auspicato riassetto del Macrolotto zero... solo per citarne qualcuna alla spicciolata non certo per darne una visione organica ed esaustiva…. Saranno tutte interessate dal Piano Strutturale per essere puntualmente coinvolte nel più preciso e definitivo Regolamento Urbanistico immediatamente successivo.

Chi di noi almeno in una di queste non ha delle idee o delle osservazioni da presentare?
 Fino ad oggi, oltre ovviamente alle istituzioni elette, solo le realtà cittadine organizzate e rappresentanti interessi di una qualche categoria portatrice di interessi più o meno economici non certo diffusi e generalizzati per la maggioranza dei singoli cittadini potevano avere voce in capitolo: oggi esiste un nuovo strumento di democrazia partecipata, costruito in un anno di intenso lavoro da un gruppo di cittadini che hanno chiesto e ottenuto dall’Amm.ne comunale di Prato di poter introdurre nel vecchio regolamento Comunale per la Partecipazione alcuni articoli per permettere a i singoli cittadini di produrre idee e progetti su tutti i temi di interesse collettivo. Come il Piano Strutturale.

Venerdì 17 giugno
ore 21 L’Amm.ne Comunale, su richiesta di un gruppo di cittadini, in una pubblica assemblea che si terrà nel palazzo Pacchiani in via Mazzini (ex istituto professionale Marconi), aprirà un “forum” partecipativo sulle aree verdi del Piano strutturale attualmente in elaborazione. Tutti potranno iscriversi per dare vita al processo partecipativo o direttamente durante l’assemblea o attraverso la rete civica dell’Amm.ne Comunale con indicazioni che verranno fornite anche nel corso della serata.

Coordinamento dei Comitati dei Cittadini di Prato

_______________________________________________________________

SABATO 28 MAGGIO, P.ZZA S. FRANCESCO - PRATO: FESTA DEI BENI COMUNI

Festa dei beni Comuni

Prato, 28 maggio 2011 – 15.30/20.00 - Piazza San Francesco
La nostra economia sta minacciando da più parti i nostri beni comuni, le privatizzazioni selvagge hanno peggiorato la qualità del nostro ambiente e ridotto l’accesso alle risorse essenziali: l’acqua, la terra, l’energia, l’aria.
Parleremo delle ragioni e delle strategie per difendere i beni comuni minacciati e di come promuovere a Prato un’economia che li difenda e li sostenga. La giornata è al centro della campagna referendaria dei Comitati Prato vota Si per fermare il nucleare e Due Si per l’Acqua Bene Comune.
Sarà allestito un palco con interventi di approfondimento, momenti musicali e teatrali. Attorno saranno allestiti stand informativi sulle ragioni del Si ai quesiti del referendum del 12/13 giugno e sui prodotti locali pratesi che si impegnano nella direzione della bioeconomia.

Interverranno

Giovanna Ricoveri – saggista autrice del libro Beni contro merci
David Fanfani – Parco agricolo della piana
Marco Benedetti – ecowip
Marco Scerbo – ingegnere ambientale
Matteo Prussi – ingegnere ambientale EcoDem
Fabiana Fabbri – del Comitato Pratese Acqua Bene Comune
Massimo Signori – del Progetto SCEC (buoni locali) / Mercato dei prodotti Locali

Momenti musicali a cura dei Musicanti di Brema
Momenti teatrali a cura della Compagnia delle rose e delle ortiche

Organizzatori: Comitati acqua bene comune e Prato vota si per fermare
il nucleare, associazione SKEDA,Assemblea Libertà è partecipazione,
Associazione Venti di Terra, Legambiente, Wwf Prato,
Mov.5Stelle Prato/Montemurlo

Info ==>laboratorioprato.wordpress.com – 3288755708
==>Evento Gruppo
_______________________________________________________________

Lunedì 23/05 - INCONTRO SUI TEMI DELLA PARTECIPAZIONE

Riscontrate dei problemi nella città in cui vivete? Pensate che la città, il suo ambiente, la sua economia, l' urbanistica, la viabilità, la sua vivibilità ecc. possano migliorare? Avete delle idee per risolvere i problemi che riscontrate o semplicemente avete delle idee da sviluppare per migliorare il luogo in cui vivete? Oltre alle idee ci vuole *metodo*: Dalla protesta e la lamentela alla proposta, dal malcontento alla riflessione critica, dall' idea alla
progettuailità concreta attraverso i *tavoli partecipativi*:

Lunedì 23 Maggio alle ore 21,15 presso il saloncino della partecipazione a Palazzo Pacchiani (entrata da via S.Silvestro, in prossimità dello sbocco in Piazza S.Marco, sottopasso fra il panificio e le scuole Mazzoni) si terrà un incontro sul tema:

LA PARTECIPAZIONE A PRATO: COME CREARE UNA RETE DI CITTADINI CHE COLLABORANO TRA LORO
 
Sei invitato a partecipare e ad estendere l’invito a tutte le realtà operanti sul territorio. L' invito comprende anche ogni cittadino di origine straniera, ogni immigrato che sia interessato alle idee di questa proposta.
LA RESPONSABILITA' E' DI TUTTI
La democrazia partecipativa necessita del contributo delle idee di tutti.
_______________________________________________________________

AcquaBeneComunePrato - eventi fino al 20 Maggio 2011

COMITATO REFERENDARIO PROVINCIALE PRATESE "2 Sì PER L'ACQUA BENE COMUNE”
Infotel 331 1284381
Email:  acquabenecomuneprato@alice.it
 ECCO GLI APPUNTAMENTI DI QUESTA SETTIMANA
Il Comitato referendario provinciale pratese “2 Sì per l’Acqua Bene Comune” comunica le iniziative di informazione sui due Referendum contro la privatizzazione dell'acqua del 12 e 13 Giugno, organizzate sul territorio pratese nel corso di questa terza settimana di Maggio:

L'Associazione Cieli Aperti ha il piacere di invitarvi
all'incontro di informazione sui
referendum contro la privatizzazione dell'acqua che si terranno i prossimi 12 e 13 Giugno 2011
 
"2 Sì per l'Acqua Bene Comune"
 
L'incontro si terrà  lunedì 16 maggio ore 21.15 presso i locali di Via Marengo 51
 
Cordiali saluti
 
Associazione Cieli Aperti ONLUS

1) GIOVEDI 19 MAGGIO alle ore 21,00 presso la Saletta "Anna Magnani" del Cinema Terminale (g.c.), via Carbonaia, 31 PRATO, terzo appuntamento di "H2OCINEMA - RASSEGNA DI FILM INDIPENDENTI SULL’ACQUA" con un bellissimo film, "FLOW. Per amore dell'Acqua", di Irena Salina, USA, 2008, 84’: un meraviglioso, appassionato, poetico film scientifico e militante... sull'acqua e sul nostro pianeta, che per milioni di anni ha filtrato, purificato, usato riciclato e preservato l'acqua. Poi siamo arrivati noi uomini, e negli ultimi cinquanta anni siamo riusciti ad avvelenare le falde, uccidere i fiumi, inaridire il mare...
Il ciclo di proiezioni sul tema dell'acqua andrà avanti tutti i giovedi sera alle ore 21,00 fino a giovedi 9 Giugno 2011 (>programma completo<).
2) VENERDI 20 MAGGIO alle ore 17,30 presso la libreria La Feltrinelli, via Garibaldi, 92-94 PRATO: un ospite d'eccezione:  Marco Bersani, esponente nazionale di Attac Italia, presenterà il suo libro "Acqua in movimento. Ripubblicizzare un bene comune", ed Alegre, 2010. Introduce Stefano Zenni, comitato referendario provinciale pratese "2 Sì per l'Acqua Bene Comune".

3) Alle ore 21,15 Marco Bersani interverrà inoltre ad un incontro pubblico sui Referendum contro la privatizzazione dell'acqua presso la Sala Polivalente di via Aldo Moro a Vaiano (infotel 3288755708).
 
Tre appuntamenti d'eccezione, da non perdere, per informarsi su un bene comune fondamentale qual'è l'Acqua e sui due Referendum contro la privatizzazione della sua gestione, ai quali siamo chiamati a votare il 12 e 13 Giugno prossimi.

INOLTRE:
4) LUNEDI 16 MAGGIO dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso il Mercato di Viale Galilei e VENERDI 20 MAGGIO dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso il Mercato di San Paolo in via Vivaldibanchetti informativI sui Referendum contro la privatizzazione della gestione dell'acqua; un banchetto informativo verrà tenuto inoltre presso il Circolo ARCI Fiorello Bini di Tobbiana Martedi 17 Maggio dalle ore 15,00 alle ore 17,30.
_______________________________________________________________

Sabato 14 maggio alle 15:00 presso Villa Montalvo di Campi: Legislazione Europea: Trattato di Lisbona e Costituzione Italiana

Sabato 14 maggio alle 15:00
presso Villa Montalvo di Campi Bisenzio (FI)
La Dott.ssa Solange Manfredi ci illustrerà la legislazione Europea del
Trattato di Lisbona in rapporto con la Nostra Costituzione Italiana. 

http://it.wikipedia.org/wiki/Villa_Montalvo


Visualizzazione ingrandita della mappa
http://www.25aprile.prato.it/modules/extcal/event.php?event=8

_______________________________________________________________

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 15-16 MAGGIO 2011

Salve a tutti,
Tra il 15 e 16 Maggio le liste civiche formate dai NOSTRI RAGAZZI TOSCANI affronteranno la loro prima esperienza elettorale.
MONTIGNOSO, FIGLINE VALDARNO, SIENA, GROSSETO E AREZZO
Possiamo aiutarli, dobbiamo aiutarli.

Se potete ed avete tempo libero andateli a trovare, non sarà difficile rintracciarli.

Portiamo il saluto di tutta la Toscana a 5 stelle, portiamo un sorriso e tanta voglia di andare avanti qualsiasi risultato venga fuori dalle urne.

Ancora auguri e un sincero abbraccio!

Toscana 5 stelle
_______________________________________________________________

5 Maggio CENA DI AUTOFINANZIAMENTO CAMPAGNA REFERENDARIA


A tutti gli aderenti e simpatizzanti del COMITATO REFERENDARIO PROVINCIALE PRATESE  "2 Sì PER L'ACQUA BENE COMUNE"

5 Maggio CENA DI AUTOFINANZIAMENTO

CAMPAGNA REFERENDARIA

che si terrà GIOVEDI 5 MAGGIO 2011 alle ore 20,00  presso il Circolo ARCI "I Risorti", via Firenze 323 - La Querce  - Prato (PO). Meglio prenotarsi entro Mercoledì

Per prenotazioni: alexg300@gmail.com - 3476403077 - 3288611648
Tutte le informazioni nel volantino allegato. Diffondetelo e parlatene a tutti! Contribuirete anche voi a questa battaglia di civilità. Anche noi, assieme al Comitato promotore nazionale, chiediamo di accorpare il Referendum contro la privatizzazione dell'acqua con le amministrative di metà  Maggio. Contro la privatizzazione dell'acqua al Referendum andiamo a votare, e votiamo "2 Sì per l'Acqua Bene Comune". Fabiana portavoce Comitato Referendario provinciale pratese.
Mentre questo governo spreca 400Mln di euro per aver voluto scorporare il referendum dalle amministrative, noi promotori del referendum, non avendo la ricchezza di questi "grandi" politicanti, ci dobbiamo arrangiare con ciò che possiamo raccogliere.
Cerchiamo volontari per una mano a volantinare e stare alle postazioni informative (banchini/gazebo) che allestiremo in centro. Grazie

_______________________________________________________________

Venerdì 29/04/11 dibattito pubblico: referendum del 12 e 13 Giugno le ragioni del Sì

Venerdì 29 Aprile alle ore 21:00 presso la sala parrocchiale de Le Fontanelle in via Soffici 28 a Fontanelle di Prato, ci sarà un dibattito illustrativo per spiegare le ragioni del Sì al referendum del 12 e 13 Giugno, contro la privatizzazione della Gestione dell'acqua (per Legge viene assicurato dallo stato al gestore "privato" il 7% di remunerazione sul capitale investito, prelevandolo dalle nostre tasche) e contro il Nucleare.  Considerato quello che viene detto alla TV , non c'è il tempo materiale per bloccare la macchina
referendaria, prevista dall'Art. 75 che recita: "E' indetto Referendum popolare per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Cosigli regionali".......... oramai andremo a votare anche per il Nucleare, bando alla ciance.
Vi  aspettiamo numerosi per divulgare la volontà di partecipare alla votazione, solo e sempre per raggiugere il quorum della maggioranza degli aventi diritto di voto.

Il Presidente
Armando G.
-- 
Associazione Culturale
25 APRILE PRATO SUD
c/o Circolo A.R.C.I. 
Bruno Cherubini
Via O.Bambini n°16
59100 Grignano-Prato
Info: 333-6125190
Iscr. Albo Regionale APS n°187
www.25aprile.prato.it
_______________________________________________________________

MARTEDÌ 26 Aprile incontro pubblico sul tema del referendum del 12-13 giugno


Martedi 26 aprile 2011
ore 21.30

Saletta Gialla Cinema Terminale


A 25 anni dall'esplosione della centrale nucleare di Cernobyl
Ancora contro il nucleare
Per ricordare il disastro di Cernobyl e per denunciare i rischi che l'industria nucleare fa correre ogni giorno a tutti gli abitanti del pianeta il comitato Prato vota Si per fermare il nucleare e il comitato Acqua Bene Comune organizzano una serata che apre la campagna referendaria del 12/13 giugno

Interverranno:

  • Marco Scerbo: ingegnere esperto di valutazioni ambientali
  • Daniele Rovai: giornalista freelance
  • Massimo Calissi: responsabile progetto Cernobyl che da 18 anni accoglie bambini dalle zone contaminate
http://pratovotasiperfermareilnucleare.blogspot.com
_______________________________________________________________

Comunicato stampa comitato referendario NO-Nucleare

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:


Chernobyl 25 anni

Martedì prossimo cadrà il 25esimo anniversario della catastrofe nucleare di Chernobyl, in Ucraina. Il 26 aprile 1986 alla 1h23, un test di sicurezza andato male faceva esplodere il reattore numero 4 della centrale nucleare.

La deflagrazione era stata talmente potente da aver scoperchiato il reattore, facendo a pezzi la soletta pesante oltre 2000 tonnellate. Il combustibile nucleare aveva bruciato per dieci giorni sprigionando nell’aria elementi radioattivi la cui intensità era pari a quella di 200 bombe come quella caduta su Hiroshima il 6 agosto 1945.

Prima dell’11 marzo l’opinione era che uno scenario come quello di Chernobyl fosse da escludere per le centrali europee, ben più sicure di quelle dell’Ucraina sovietica. La catastrofe di Fukushima ha rilanciato il dibattito della sicurezza. Il Giappone è tecnologicamente più avanzato dell’Europa, eppure non ha saputo evitare il disastro nucleare.

L’Europa è divisa. Austria, Francia, Danimarca e i paesi dell’Est europeo sono fra i primi che si oppongono all’uscita dal nucleare, mentre invece la Germania spinge per la chiusura progressiva di tutte le centrali. Negli altri paesi, fra cui anche la Svizzera, non è stata adottata una posizione definitiva e i dibattiti proseguono, coinvolgendo la popolazione, i partiti politici e i governi.
L’Ucraina, direttamente interessata dal dibattito dichiara di non rinunciare al nucleare. Nel paese sono in funzione ancora quattro centrali. Quella di Chernobyl ha continuato a funzionare sino al 2000.
-------------------------------------------------------------------
links utili: Associazione 26 Aprile - Disastro di Černobyl' - Wikipedia
_______________________________________________________________

16 Aprile manifestazione nazionale PARLAMENTO PULITO DAY


-16/17 APRILE: PARLAMENTO PULITO is back !
Ci troviamo:
Sabato dalle 14:00 in poi nel parco di Galceti
Domenica dalle 15:00 in poi in centro, p.zza delle Carceri




*Dove sono le 350.000 firme?
Il 14 dicembre 2007 Beppe Grillo consegnò al Senato 350.000 firme che accompagnavano la proposta di Legge di Iniziativa Popolare denominata “Parlamento pulito.
==>Il comunicato stampa del MoVimento5Stelle Toscano

Prato - 10 Aprile - conferenza pubblica sulla Geopolitica dell'Acqua

COMITATO REFERENDARIO ROVINCIALE PRATESE
" 2 SI PER L' ACQUA BENE COMUNE"
DOMENICA 10 APRILE 2011 alle ore 17:30

Presso la libreria
La Feltrinelli, via Garibaldi 92-94 Prato

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA EDIZIONE DEL LIBRO DI MARGHERITA CIERVO
"GEOPOLITICA DELL' ACQUA"(CAROCCI 2010)


GEOPOLITICA
DELL' ACQUA
Margherita Ciervo

Prefazione di Riccardo Petrella

NUOVA EDIZIONE



QUALITY PAPERBACK

Carocci 
 

 Introduce Fabiana Fabbri, portavoce del  Comitato Referendario provinciale Pratese: "2Si per l' AcquaBeneComune"

Il libro ci offre un quadro completo di quanto avviene nel mondo circa la gestione della risorsa idrica intesa molto spesso non come bene comune ma come merce sotto il controllo di potenti multinazionali. Ciclo di eventi di informazione sul Referndum per la ripubblicizzazione dell' acqua, per il quale si voterà il 12 Giugno.


Partecipate
per informarvi!

L' evento è pubblicato anche sul sito: www.acquabenecomunetoscana.it

_______________________________________________________________

Sabato 26 Marzo anche da Prato tutti a Roma per l'Acqua Bene Comune!



COMITATO REFERENDARIO PROVINCIALE PRATESE " 2 Sì PER L'ACQUA BENE COMUNE" 26 MARZO 2011  Manifestazione nazionale a Roma

VOTA SI' AI REFERENDUM PER L’ACQUA BENE COMUNE!
SI' per fermare la privatizzazione dell'acqua ed il nucleare, per la difesa dei beni comuni, dei diritti, della democrazia
CLICCA E VAI ALL’APPELLO NAZIONALE SABATO 26 MARZO TUTTI A ROMA!
Partenza in pullman da Prato: prenotatevi al più presto! Per informazioni:

Comitato referendario provinciale pratese "2 Sì per l'Acqua Bene Comune" -  
_______________________________________________________________

LA MADRE DI TUTTE LE BUONE PRATICHE

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL' ACQUA E DEI BENI COMUNI

La guerra dell' acqua - www.acquabenecomune.org
Saranno fornite le date dei banchetti raccolta firme per IL REFERENDUM: "l'Acqua bene comune e non merce".
SI E' CONCLUSA CON GRANDE RISCONTRO E SUCCESSO DI PUBBLICO LA RACCOLTA FIRME A SOSTEGNO DEL REFERENDUM NAZIONALE PER LA RIPUBBLICIZZAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO: andiamo avanti con la programmazione delle attività di promozione ed informazione fino allo svolgimento effettivo del REFERENDUM
FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA-COMITATI CITTADINI PER L'ACQUA PUBBLICA, AREA PRATESE: CAMPAGNA NAZIONALE "SALVA L'ACQUA", RACCOLTA FIRME NAZIONALE X RICONOSCERE L'ACQUA COME BENE COMUNE ED IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO QUALE SERVIZIO PUBBLICO LOCALE PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA

Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua

Sottoscrivi la moratoria ON-LINE del FIMA !!


NON SONO QUESTIONI DI DESTRA O SINISTRA

Noi ci siamo sempre distinti per non fare delle nostre lotte e battaglie una questione puramente ideologica, non abbiamo mai avuto remore a criticare, quando lo ritenevamo giusto, sia a destra che a sinistra con lo stesso fervore e la stessa passione ma prescindiamo un attimo dalle posizioni pro o contro questi governi ed i loro presidenti, dalle apparenenze e simpatie verso partiti e politici e CHIEDETEVI: perché siamo costretti con sempre più frequenza ed insistenza a chiedere che la gente firmi petizioni ed appelli....

Non sono questioni di parte. Non sono questioni ideologiche: SONO QUESTIONI DI DEMOCRAZIA, DIRITTO E DI GIUSTIZIA


------------



--------------------------