I nostri forum: www.meetup.com/pratoinmovimento/ INCENERITORI: UN DANNO ECONOMICO ED AMBIENTALE SCEC: UN MODO PER AIUTARE L'ECONOMIA DI AZIENDE E FAMIGLIE

Lunedi 26 Aprile ore 21,00 presentazione del libro "L'ACQUA E' UNA MERCE"

INIZIATIVE A SOSTEGNO DELLA CAMPAGNA REFERENDARIA PER L'ACQUA PUBBLICA

Tre SI per ribadire: fuori l’acqua dal mercato! 
Fuori i profitti dall’acqua!

I Comitati Cittadini per l'Acqua
Pubblica - Area Pratese, aderenti al Comitato referendario provinciale
per l'acqua pubblica,  vi invitano a partecipare all'incontro pubblico
organizzato a Prato per il giorno:

Lunedi 26 Aprile ore 21,00
presso il Circolo ARCI di Santa Lucia
-Prato
via del Guado a Santa Lucia -Prato:

Luca Martinelli
giornalista della rivista Altreconomia, presenterà il suo nuovo libro 
"L'ACQUA E' UNA MERCE" 
(ed. Altreconomia, 2010). 

Infotel  331 1284381  email: acquabenecomuneprato@alice.it;   

Comitati Cittadini per l'Acqua Pubblica - Area Prateseaderenti al Comitato referendario provinciale pratese per l'acqua pubblica.

DOM 25/04/2010 BomBa LiBera TuTTi! "LiberAzione in MusIca"

http://profile.ak.fbcdn.net/object2/1720/50/n107718129268540_5348.jpg
Domenica 25 aprile 2010 dlle ore 18.00 alle ore 00:00 Luogo: Piazza dell'Università


CONCERTO-evento per la commemorazione della festa nazionale della LIBERAZIONE, all'insegna della MUSICA di gruppi emergenti e PARTECIPAZIONE di tante ragazze e ragazzi alla vita della ciTTà__ : l'ASSEMBLEA LIbertà è PArtecipazione, insieme con ANPI Prato_BlacKOut_ass.Venti di Terra_ Comitati Cittadini per l'ACQUA puBBlica di Prato_promuovono un grande ritrovo per celebrare la ricorrenza del 25 apriLe e rinnovare l'ATTIVISMO e l'IMPEGNO per la propria città. Oltre alle performance di giovani gruppi musicali emergenti, dal palco saranno effettuati anche interventi degli organizzatori e delle associazioni che collaborano all'iniziativa. L'evento è realizzato dall' Assemblea Libertà è Partecipazione in collaborazione con l'ass. Venti di Terra, ass. Icchettai Prato, Black Out, Emergency, Polis e ANPI Prato. La presenza di attivisti del comitato referendario provinciale pratese ACQUABENECOMUNE sarà anche un'ottima occasione per una prima massiccia raccolta di firme per il referendum sulla ripublicizzazione del servizio idrico.
_____________________________________________________________________________





NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL' ACQUA E DEI BENI COMUNI

>La guerra dell' acqua             >www.acquabenecomune.org


FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA-COMITATI CITTADINI PER L'ACQUA PUBBLICA - AREA PRATESE: CAMPAGNA NAZIONALE "SALVA L'ACQUA"- RACCOLTA FIRME NAZIONALE X RICONOSCERE L'ACQUA COME BENE COMUNE ED IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO QUALE SERVIZIO PUBBLICO LOCALE PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA.


E' in svolgimento la raccolta FIRME per il REFERENDUM NAZIONALE Per la Ripubblicizzazione dell'Acqua - PROSSIMI PUNTI RACCOLTA FIRME A PRATO E PROVINCIA - A TUTTI I COMUNI DELLA PROVINCIA SONO STATI CONSEGNATI I MODULI - E' SEMPRE POSSIBILE FIRMARE DURANTE GLI ORARI DI APERTURA, seguite i collegamenti sottostanti per i luoghi e le date (ricordatevi di portare con voi i documenti): 
............................................................................................

==>BANCHINI A MONTEMURLO

==>PUNTI RACCOLTA IN PRATO + PROVINCIA (Poggio a Caiano- Carmignano, Vaiano, Vernio, Cantagallo, Montemurlo)


24 Aprile 2010 parte la raccolta firme per il REFERENDUM NAZIONALE Per la Ripubblicizzazione dell'Acqua

home

Il 24 parte in tutta Italia la raccolta firme



nasoneIl Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua,costituito da centinaia di comitati territoriali che si oppongono alla privatizzazione, insieme a numerose realtà sociali e culturali ha deciso di promuovere 3 quesiti referendari, depositati presso la Corte di Cassazione di Roma mercoledì 31 marzo 2010. Sosterranno tale iniziativa anche diverse forze politiche.
A partire dal sabato 24 aprile inizieremo la raccolta delle firme, in tre mesi dovremo arrivare almeno a quota 500.000 per poter richiedere i referendum.   banchetti per la raccolta delle firme saranno allestiti su tutto il territorio nazionale.

I tre quesiti vogliono abrogare la vergognosa legge approvata dall’attuale governo nel novembre 2009 e le norme approvate da altri governi in passato che andavano nella stessa direzione, quella di considerare l’acqua una merce e la sua gestione finalizzata a produrre profitti. Dal punto di vista normativo, l’approvazione dei tre quesiti rimanderà, per l’affidamento del servizio idrico integrato, al vigente art. 114 del Decreto Legislativo n. 267/2000. Tale articolo prevede il ricorso alle aziende speciali o, in ogni caso, ad enti di diritto pubblico che qualificano il servizio idrico come strutturalmente e funzionalmente “privo di rilevanza economica”, servizio di interesse generale e privo di profitti nella sua erogazione.

Verrebbero poste le premesse migliori per l’approvazione della legge d’iniziativa popolare, già consegnata al Parlamento nel 2007 dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua, corredata da oltre 400.000 firme di cittadini. E si riaprirebbe sui territori la discussione e il confronto sulla rifondazione di un nuovo modello di pubblico, che può definirsi tale solo se costruito sulla democrazia partecipativa, il controllo democratico e la partecipazione diretta dei lavoratori, dei cittadini e delle comunità locali.                      
http://www.acquabenecomunetoscana.it/referendum/



Adesso basta, sull'acqua decidiamo noi

Perché un referendum?
Perché l’acqua è un bene comune e un diritto umano universale. Un bene essenziale che appartiene  a tutti. Nessuno può appropriarsene, né farci profitti. L’attuale governo ha invece deciso di consegnarla ai privati e alle grandimultinazionali. Noi tutte e tutti possiamo impedirlo. Mettendo oggi la nostra firma sulla richiesta di referendum e votando SI quando, nella prossima primavera, saremo chiamati a decidere. E’ una battaglia di civiltà. Nessuno si senta escluso.

Perché tre quesiti?
Perché vogliamo eliminare tutte le norme che in questi anni hanno spinto verso la privatizzazione dell’acqua. Perché vogliamo togliere l’acqua dal mercato e i profitti dall’acqua.

Cosa vogliamo?

Vogliamo restituire questo bene essenziale alla gestione collettiva. Per garantirne l’accesso a tutte e tutti. Per tutelarlo come bene comune. Per conservarlo per le future generazioni. Vogliamo una gestione pubblica e partecipativa. Perché si scrive acqua, ma si legge democrazia.

Dai referendum un nuovo scenario
Dal punto di vista normativo, il combinato disposto dei tre quesiti sopra descritti, comporterebbe, per l’affidamento del servizio idrico integrato, la possibilità del ricorso al vigente art. 114 del Decreto Legislativo n. 267/2000. Tale articolo prevede il ricorso ad enti di diritto pubblico (azienda speciale, azienda speciale consortile, consorzio fra i Comuni), ovvero a forme societarie che qualificherebbero il servizio idrico come strutturalmente e funzionalmente “privo di rilevanza economica”, servizio di interesse generale e scevro da profitti nella sua erogazione. Verrebbero di conseguenza poste le premesse migliori per l’approvazione della legge d’iniziativa popolare, già consegnata al Parlamento nel 2007 dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua,corredata da oltre 400.000 firme di cittadini. E si riaprirebbe sui territori la discussione e il confronto sulla rifondazione di un nuovo modello di pubblico, che può definirsi tale solo se costruito sulla democrazia partecipativa, il controllo democratico e la partecipazione diretta dei lavoratori, dei cittadini e delle comunità locali. 
Vogliamo togliere l’acqua dal mercato e i profitti dall’acqua. Vogliamo restituire questo bene comune alla gestione condivisa dei territori.
Per garantirne l’accesso a tutte e tutti. Per tutelarlo come bene collettivo.
Per conservarlo per le future generazioni.

Perché si scrive acqua ma si legge

democrazia


Invito riunione Comitato Referendario

Logo H20

COMITATI CITTADINI PER L'ACQUA PUBBLICA - AREA PRATESE

Ai Cittadini ed alle Associazioni in indirizzo dell' area pratese
                                          
Prato, 29 Marzo 2010

Il Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua, insieme a numerose realtà sociali, comitati territoriali e associazioni, forze culturali e religiose, sindacali e politiche promuove tre referendum abrogativi delle norme che hanno privatizzato l'acqua per rendere possibile la gestione pubblica di questo bene comune. Dopo l'importante manifestazione del 20 Marzo a Roma, che ha rappresentato la determinazione e la volontà di impegno per questi obbiettivi, è necessario attivare subito la più ampia partecipazione per la costituzione dei Comitati Promotori per i Referendum per la ripubblicizzazione dell' acqua. Il primo traguardo nazionale da raggiungere sarà la raccolta di 700.000 firme che partirà dalla metà di aprile 2010, per riaffermare il diritto alla democrazia partecipata di cittadini e lavoratori. L'auspicio è che tutte le realtà che a livello nazionale partecipano al costituendo Comitato Promotore* e di Sostegno** per la campagna referendaria e tutti i soggetti che lottano sui territori per la difesa dei beni comuni si attivino al più presto per la costituzione dei comitati territoriali.
L'invito è formalizzare l'adesione al comitato referendario territoriale indicando un referente per la campagna e partecipando all'assemblea costitutiva che si terrà il giorno: Giovedi 8 Aprile 2010 alle ore 21,00 presso la Sala riunioni della Parrocchia di San Bartolomeo (g.c.) û Piazza Mercatale, Prato.

Forum Toscano dei Movimenti per l'Acqua - Comitati Cittadini per l'Acqua Pubblica Area Pratese
www.acquabenecomunetoscana.it - acquabenecomuneprato@alice.it


* Il costituendo Comitato Promotore Nazionale
FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA
ATTAC ITALIA - ARCI - COMITATO ITALIANO PER IL CONTRATTO MONDIALE PER LÆACQUA - MANI TESE û YAKU - A SUD- CEVI - MEDICINA DEMOCRATICA -DIOCESI DI TERMOLI LARINO- CONFEDERAZIONE COBAS - RDB ENERGIA - ACU û ASSOCIAZIONE CONSUMATORI E UTENTI - ASSOCIAZIONE MICHELE MANCINO-ASSOCIAZIONE LIBLAB - LIBERACQUA - COMITATO CIVICO PER LA GESTIONE PUBBLICA DELLÆACQUA - COORDINAMENTO ROMANO ACQUA PUBBLICA û FORUM TOSCANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA - ABRUZZO SOCIAL FORUM û COMITATO UMBRO ACQUA PUBBLICA - COORDINAMENTO CAMPANO ACQUA PUBBLICA - COMITATO PUGLIESE "ACQUA BENE COMUNE" -COORDINAMENTO REGIONALE ACQUA PUBBLICA BASILICATA - COORDINAMENTO CALABRESE ACQUA PUBBLICA ôBRUNO ARCURIö -FORUM SICILIANO DEI MOVIMENTI PER LÆACQUA - COORDINAMENTO MOLISE ACQUA PUBBLICA - COMITATI TERRITORIALI PER LÆACQUA PUBBLICA ACLI û ACRA - ACTION MOVIMENTO DI LOTTA PER LA CASA û ADUSBEF- AGESCI- AIM GIOSEF û ALTRECONOMIA - ASSOCIAZIONE 5/12 (Popolo viola) -ASSOCIAZIONE ACLI TERRA - ASSOCIAZIONE AMANI NYAYO ONLUS DI LUCCA - ASSOCIAZIONE ART.3 - ASSOCIAZIONE AUSER - VOLONTARIATO CASERTA -ASSOCIAZIONE BOTTEGHE DEL MONDO - ASSOCIAZIONE CONDIVIDI -ASSOCIAZIONE CULTURALE BENKADI - ASSOCIAZIONE CULTURALE PUNTO ROSSO FMA - ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE SPAZIO ETICO û ASSOCIAZIONE ITALIANA AMICI DI RAOUL FOLLEREAU - ASSOCIAZIONE ITALIANA ESPOSTI AMIANTO DEL LAZIO - ASSOCIAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO ECOPOLIS TORINO - ASSOCIAZIONE LIBERACITTADINANZA RETE DEI GIROTONDI E MOVIMENTI - ASSOCIAZIONE MALATTIE DA INTOSSICAZIONE CRONICA E/O AMBIENTALE - ASSOCIAZIONE "MURALES" DI FONDI - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI COMUNI VIRTUOSI - ASSOCIAZIONE NEWORLD ROMA û ASSOCIAZIONE POLITICO-CULTURALE BUSSOLENO PROVACI - ASSOCIAZIONE POLITICOCULTURALE ôLARINOVIVAö-CAMPOBASSO - ASSOCIAZIONE SOLIDARIETAÆ E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE LVIA - ATENEI IN RIVOLTA- COLLETTIVI UNIVERSITARI (RM)û AUSER - AUSER FRIULI VENEZIA GIULIA - BEATI I COSTRUTTORI DI PACE - C.S.A. LA TORRE - CAMPAGNA NON BRUCIAMOCI IL FUTURO - CAMPAGNA PER LA RIFORMA DELLA BANCA MONDIALE û CARTA - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DON TONINO BELLO FAENZA - CIRCOLO ACLI CASERTA - CIRCOLO AMBIENTE "ILARIA ALPI - CITTADINANZATTIVA CASERTA - COCIS-COORDINAMENTO DELLE ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO - COLLEGAMENTO CAMPANO ANTICAMORRA - COMITATO CITTADINO SAN GIORGIO A CREMANO COMITATO ITALIA - AMIGOS MOVIMENTO SEM TERRA - COMITATO NO EXPO - COMITATO PATERNOÆ PULITA - COMITATO PER I BENI COMUNI DI PORTICI - COMITATO RODOTAÆ PER I BENI COMUNI - COMITATO SPOANTANEO PER LA PACE FAENZA - COMITATO TUTELA AMBIENTE DI SASSO FERRATO E SAN DONATO DI FABRIANO - COMMERCIO ALTERNATIVO SOC. COOP-FERRARA - COMMISSIONE GIUSTIZIA, PACE E INTEGRITAÆ DEL CREATO DELLA DELLA CIMI - CONFERENZA DEGLI ISTITUTI MISSIONARI IN ITALIA (CIMI) - CONSORZIO CITTAÆ DELLÆALTRA ECONOMIA - COOPERATIVA "E PAPPECI" - COORDINAMENTO NAZIONALE ENTI LOCALI PER L'ACQUA BENE COMUNE E LA GESTIONE PUBBLICA DEL SERVIZIO IDRICO - COORDINAMENTO NAZIONALE COMUNITAÆ DI ACCOGLIENZA û CNCA - ECOISTITUTO DELLA VALLE DEL TICINO - EMMAUS ITALIA - EMMAUS ROMA û FAIR - FEDERAZIONE DELLE CHIESE EVANGELICHE IN ITALIA - FEDERAZIONE RAPPRESENTANZE SINDACALI DI BASE û FEDERCASALINGHE û FEDERCONSUMATORI - FIBA CISL - FEDERAZIONE ITALIANA BANCARI E ASSICURATIVI DELLA CISL - FOCSIV VOLONTARI NEL MONDO û FORUM AMBIENTALISTA
- GEOLOGI NEL MONDO - GEOLOGIA SENZA FRONTIERE - GIOVENTUÆ ATTIVA - IL MANIFESTO - IL SALVAGENTE - KOINEÆ
MEDITERRANEA - L.O.A. ACROBAX û LÆUNITAÆ - LEFT - LEGAMBIENTE - LEGAMBIENTE CASERTA- LEGAMBIENTE FERMOVALDASO ONLUS û LIBERA û LIBERAZIONE - MEET UP AMICI DI BEPPE GRILLO - MOUNTAIN WILDERNESS - MOVIMENTO
CONSUMATORI -MOVIMENTO NAZIONALE STOP AL CONSUMO DI TERRITORIO - MOVIMENTO NO TAV VAL DI SUSA - MOVIMENTO PER LA DECRESCITA FELICE - MOVIMENTO POPOLARE DELL' ESTREMO SUD - NETWORK RIPRENDIAMOCI IL PIANETA - OSSERVATORIO PER LA PACE DEL COMUNE DI CAPANNORI - PAX CHRISTI - POPOLO VIOLA PISA - PRESIDIO NO DAL MOLIN û VICENZA - RDB SDL û SALERNO - REORIENT ONLUS ROMA - RETE @SINISTRA - RETE DEI GRUPPI DÆACQUISTO SOLIDALI (GAS) DEL LAZIO - RETE DEI MOVIMENTI E COMITATI VESUVIANI - RETE LILLIPUT NODO NAPOLI - RETE NO PONTE - RETE VENETA COMITATI E ASSOCIAZIONI PER LA DIFESA DELLÆAMBIENTE, DEL TERRITORIO E DELLA SALUTE - RETI DI PACE - RINASCITA DELLA SINISTRA - SCUOLA DI PACE DON PEPPE DIANA DI CASAL DI PRINCIPE - SINISTRAPLURALE UMBRA - RETE@SINISTRA UMBRIA û SINISTRA UNIVERSITARIA-UDU FIRENZE - SOGNATORI IN CANTIERE - SOLIDARIETA' E COOPERAZIONE û CIPSI - TERRA TERRA û TERRA - VERDI AMBIENTE E SOCIETA'  VAS ONLUS - WWF LA CGIL SOSTIENE LÆINIZIATIVA REFERENDARIA . LA FP CGIL SOSTIENE LÆINIZIATIVA REFERENDARIA

** Comitato di Sostegno:

FEDERAZIONE DEI VERDI - FEDERAZIONE DEI VERDI DI PUGLIA û FEDERAZIONE DELLA SINISTRA - LISTA CIVICA PROGETTO
PER AMMINISTRARE COMO (P.A.CO) - LISTA I.D.E.A. PER IL VENETO - LISTA CIVICA ôSTARANZANO PARTECIPAö - ITALIA
UNITA - MOVIMENTO CIVICO "LEALI A SPIGNO û PROGRESSISTI" - PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI - SINISTRA CRITICA
û SINISTRA ECOLOGIA LIBERTAÆ.

LA MADRE DI TUTTE LE BUONE PRATICHE

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL' ACQUA E DEI BENI COMUNI

La guerra dell' acqua - www.acquabenecomune.org
Saranno fornite le date dei banchetti raccolta firme per IL REFERENDUM: "l'Acqua bene comune e non merce".
SI E' CONCLUSA CON GRANDE RISCONTRO E SUCCESSO DI PUBBLICO LA RACCOLTA FIRME A SOSTEGNO DEL REFERENDUM NAZIONALE PER LA RIPUBBLICIZZAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO: andiamo avanti con la programmazione delle attività di promozione ed informazione fino allo svolgimento effettivo del REFERENDUM
FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA-COMITATI CITTADINI PER L'ACQUA PUBBLICA, AREA PRATESE: CAMPAGNA NAZIONALE "SALVA L'ACQUA", RACCOLTA FIRME NAZIONALE X RICONOSCERE L'ACQUA COME BENE COMUNE ED IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO QUALE SERVIZIO PUBBLICO LOCALE PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA

Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua

Sottoscrivi la moratoria ON-LINE del FIMA !!


NON SONO QUESTIONI DI DESTRA O SINISTRA

Noi ci siamo sempre distinti per non fare delle nostre lotte e battaglie una questione puramente ideologica, non abbiamo mai avuto remore a criticare, quando lo ritenevamo giusto, sia a destra che a sinistra con lo stesso fervore e la stessa passione ma prescindiamo un attimo dalle posizioni pro o contro questi governi ed i loro presidenti, dalle apparenenze e simpatie verso partiti e politici e CHIEDETEVI: perché siamo costretti con sempre più frequenza ed insistenza a chiedere che la gente firmi petizioni ed appelli....

Non sono questioni di parte. Non sono questioni ideologiche: SONO QUESTIONI DI DEMOCRAZIA, DIRITTO E DI GIUSTIZIA


------------



--------------------------