I nostri forum: www.meetup.com/pratoinmovimento/ INCENERITORI: UN DANNO ECONOMICO ED AMBIENTALE SCEC: UN MODO PER AIUTARE L'ECONOMIA DI AZIENDE E FAMIGLIE

I Comitati Cittadini per l'Acqua Pubblica-Area Pratese attendono una risposta dal Consiglio Comunale di Prato

COMUNICATO STAMPA

I COMITATI CITTADINI PER L'ACQUA PUBBLICA AREA PRATESE ATTENDONO UNA RISPOSTA DAL CONSIGLIO COMUNALE DI PRATOCreated with GIMP
ALLA PETIZIONE FIRMATA DA 4.700 CITTADINI

www.acquabenecomunetoscana.it

I "Comitati Cittadini per l'Acqua Pubblica -Area pratese" hanno raccolto e consegnato al Comune di Prato 4.700 firme di cittadini residenti a Prato a sottoscrizione della Petizione popolare "Salva l'Acqua" per chiedere al Consiglio Comunale di Prato di inserire nello Statuto la dichiarazione che"l'acqua è un bene comune pubblico" e che "il Servizio Idrico Integrato è un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, e come tale da gestire mediante Enti di Diritto Pubblico".

Il grande numero di firme raccolte in soli tre mesi costituisce per i Comitati un risultato importante ed insperato, e dimostra che i cittadini pratesi, quando hanno la possibilità di informarsi, rispondono dimostrando di avere a cuore uno dei caposaldi costitutivi dei beni comuni, quale la gestione dei servizi pubblici locali.
Dal 3 Febbraio 2010, data della consegna delle firme al Comune di Prato, i Comitati Cittadini per l'Acqua Pubblica sono in attesa di avere una risposta alle richieste contenute nella Petizione. Per chiarezza riassumiamo quali sono le richieste contenute nella petizione:

1) il riconoscimento nel proprio Statuto Comunale del diritto umano all'acqua, ossìa l accesso all'acqua come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell’acqua come bene comune pubblico;
2) il riconoscimento con delibera del Consiglio Comunale del servizio idrico integrato come un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica e l'impegno ad inserire questo principio nel proprio Statuto Comunale in quanto servizio pubblico essenziale per garantire l accesso all'acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini, la cui gestione va quindi attuata attraverso un Ente di Diritto Pubblico;
3) di intraprendere tutte le azioni opportune al fine di contrastare i provvedimenti previsti dall’art. 23bis L. 133/2008, come modificato dall'Art. 15 D.L. 135/2009, che condurranno alla messa a gara della gestione del servizio idrico integrato ed alla consegna dell'acqua ai privati entro il 2011.

Da mesi giacciono indiscusse all Ordine del giorno del Consiglio Comunale di Prato alcune mozioni aventi per tema la gestione dell'acqua: auspichiamo pertanto che tali mozioni tengano conto delle richieste contenute nella petizione sottoscritta da quasi 5.000 cittadini pratesi.
Desideriamo inoltre ricordare che nel 2007 è stata depositata in Parlamento una Legge di Iniziativa Popolare
"Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico" proposta dal Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua e sottoscritta da 406.600 cittadini italiani: tale proposta di legge giace oggi indiscussa presso laVIII Commissione Ambiente della Camera. Queste le nuove iniziative che i Comitati Cittadini per l’Acqua Pubblica – Area Pratese intraprenderanno nel mese di Marzo a sostegno delle firme raccolte per la Petizione:

Martedi 16 Marzo alle ore 21,00, A Prato, presso la Sala della Parrocchia di San Bartolomeo (g. c.) piazza Mercatale Luca Martinelli, giornalista della rivista Altreconomia, presenterà il suo libro “Imbrocchiamola!(ed. Terre di Mezzo, 2010). Interviene Colin Duliege - Forum Toscano dei Movimenti per l'Acqua

I Comitati Cittadini per l' Acqua Pubblica - Area Pratese, invitano tutti a partecipare alla:

MANIFESTAZIONE NAZIONALE INDETTA DAL FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L' ACQUA: L'Acqua è di tutti. Deve essere pubblica. Difendiamo i beni comuni”

Roma, Sabato 20 Marzo, ore 14 - Piazza della Repubblica - E' PREVISTO UN PULLMAN CON PARTENZA DA PRATO.

PER INFO: acquabenecomuneprato@alice.it

Nessun commento:

LA MADRE DI TUTTE LE BUONE PRATICHE

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL' ACQUA E DEI BENI COMUNI

La guerra dell' acqua - www.acquabenecomune.org
Saranno fornite le date dei banchetti raccolta firme per IL REFERENDUM: "l'Acqua bene comune e non merce".
SI E' CONCLUSA CON GRANDE RISCONTRO E SUCCESSO DI PUBBLICO LA RACCOLTA FIRME A SOSTEGNO DEL REFERENDUM NAZIONALE PER LA RIPUBBLICIZZAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO: andiamo avanti con la programmazione delle attività di promozione ed informazione fino allo svolgimento effettivo del REFERENDUM
FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA-COMITATI CITTADINI PER L'ACQUA PUBBLICA, AREA PRATESE: CAMPAGNA NAZIONALE "SALVA L'ACQUA", RACCOLTA FIRME NAZIONALE X RICONOSCERE L'ACQUA COME BENE COMUNE ED IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO QUALE SERVIZIO PUBBLICO LOCALE PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA

Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua

Sottoscrivi la moratoria ON-LINE del FIMA !!


NON SONO QUESTIONI DI DESTRA O SINISTRA

Noi ci siamo sempre distinti per non fare delle nostre lotte e battaglie una questione puramente ideologica, non abbiamo mai avuto remore a criticare, quando lo ritenevamo giusto, sia a destra che a sinistra con lo stesso fervore e la stessa passione ma prescindiamo un attimo dalle posizioni pro o contro questi governi ed i loro presidenti, dalle apparenenze e simpatie verso partiti e politici e CHIEDETEVI: perché siamo costretti con sempre più frequenza ed insistenza a chiedere che la gente firmi petizioni ed appelli....

Non sono questioni di parte. Non sono questioni ideologiche: SONO QUESTIONI DI DEMOCRAZIA, DIRITTO E DI GIUSTIZIA


------------



--------------------------